contemplazioni

Luciano ventrone

Il pittore dell'iperbole.
Da una idea di Vittorio Sgarbi

Viterbo
25giugno - 29settembre 2024

Luciano Ventrone, è tra gli artisti contemporanei italiani maggiormente conosciuti a livello internazionale. Ha esposto nei più importanti musei e gallerie del mondo e le sue opere fanno parte di prestigiose collezioni pubbliche e private. 

«Ventrone – racconta Vittorio Sgarbi – è il pittore dell’iperbole. E iperboliche, esagerate, barocche, appunto, sono le sue opere, piuttosto che iperrealistiche».

Lavorando direttamente dalla fotografia, è in grado di cogliere dettagli non visibili all’occhio umano. Nelle sue opere crea mondi suggestivi carichi di vissuti e emozione.   Ventrone inizia la sua carriera artistica nei primi anni Sessanta. Sperimenta molto: passa dalle rappresentazioni geometriche all’astrattismo, dal surrealismo alla pittura informale e all’arte programmata. La svolta arriva negli anni Ottanta quando viene scoperto dal critico Federico Zeri che resta colpito dalle sue opere tanto da definirlo “Il Caravaggio del XX secolo”. Tra i due nasce un’amicizia molto profonda e proprio Zeri gli consiglia di dedicarsi alle nature morte. Ventrone, mosso da un incessante bisogno di recupero della realtà oggettiva, approda così a una cifra stilistica del tutto personale orientata allo studio della natura. Catturando sempre più dettagli che sono quasi invisibili, la interpretata attraverso una sorta di “realismo-astrattismo” che lo rende famoso in tutto il mondo.

La sua pittura è lenta, difficile, paziente, rigorosa e non riguarda la mera rappresentazione di un oggetto, ma il colore e la luce: sono le proporzioni tra questi due elementi a dare vita e una forma all’interno dello spazio.

Il percorso espositivo include più di 30 opere a partire dagli anni Sessanta fino alle più celebri e recenti nature morte. Un’occasione unica per ammirare dei capolavori che vi sorprenderanno.

L’esposizione, promossa dalla Città di Viterbo e dalla Fondazione Carivit, è realizzata da Contemplazioni in collaborazione con la Fondazione Luciano Ventrone Miranda Gibilisco, ed è resa possibile grazie al sostegno di Intesa Sanpaolo.

 

Centro Culturale Valle Faul, Viterbo
via Faul 22/24, Viterbo

Orari
Da Mercoledì a Domenica 10:00 > 19:00
Ultimo ingresso ore 18:30.

Intero 8 €

Ridotto 5 €
under 18, over 65, studenti universitari, giornalisti non accreditati, un accompagnatore per disabile che ne richieda la necessità, guide turistiche munite di tesserino di abilitazione.

Gratuito
minori fino ai 6 anni, disabili, giornalisti con tesserino ODG per servizio e accreditati almeno 24 ore prima della visita a: carmen@contemplazioni.it

“Luciano Ventrone. Il pittore dell’iperbole”
a cura di Vittorio Sgarbi e Sara Pallavicini.
Una edizione Contemplazioni, 2024.

92 pagine, rilegatura con copertina rigida rivestita in stoffa.

Acquista il catalogo con spedizione gratuita in Italia. Prenotazioni e info sull’acquisto:
info@contemplazioni.it

Ufficio stampa 

carmen@contemplazioni.it
3480523000

Torna in alto